Flamenco sin Fronteras in tour “oltre la frontiera”: partecipa, ospita proiezione e riprese

Fernando De La Morena, cantaor, uno de los protagonistas
Fernando De La Morena, cantaor, uno dei protagonisti

Ringraziando il Festival de Jerez e le persone che hanno partecipato alla proiezione in pre premiere mondiale del documentario, il 2 marzo nella Sala Compañía, il primo progetto indipendente di ricerca audiovisiva “incrementale” sul flamenco va avanti ora con 2 proposte di tour “senza frontiere” (vedi qui o scarica il pdf  gira más allá de la frontera):

  1. presentare il documentario in altre città della Spagna e in tutto il mondo
  2. realizzare il secondo capitolo di una serie, con riprese “oltre i confini dell’Andalusia”

1. “Il flamenco non é finito” – dice Jorge Pardo nel film, e anche Flamenco sin Fronteras vorrebbe essere offerto con qualcosa di nuovo in ogni proiezione. La proposta è fare una tournée mondiale con il documentario di 1 ora e 40 minuti presentato al Festival de Jerez, con piccoli cambiamenti nel montaggio ogni volta, o realizzare ogni proiezione come un evento originale e diverso, come accade ogni volta che il flamenco dal vivo, quindi la proiezione potrebbe anche essere accompagnata da una performance.

2. per seguire con il progetto di fare non solo un documentario, ma un secondo capitolo di una serie su “un arte viva e senza frontiere”, la proposta è quella di approfittare del tour il primo documentario per filmare spettacoli, interviste e frammenti di vita dei protagonisti del flamenco al di fuori dell’Andalusia e della Spagna, per mostrare in un secondo documentario come il flamenco si sta sviluppando in regioni diverse da quelle della sua origine.

Amatori, artisti, rappresentanti di circoli o accademie di flamenco e professionisti nel mondo dell’audiovisivo si sono stati interessati alla possibilitá di proiettare il film nelle loro città e paesi, non solo in Andalusia e Spagna, ma anche in Italia, Francia, Belgio, Inghilterra, Germania, Finlandia, Estonia, Repubblica Ceca, Turchia, Kazakistan. Ora siamo alla ricerca di un sostegno economico e delle condizioni per realizzare tutto questo.

Si prega di donare in questo sito per contribuire e se siete interessati a ospitare una tappa del tour per una proiezione e nuove riprese sul flamenco “oltre i confini”, chiedete le mie condizioni e proponete le vostre: info@flamencosinfronteras.net

Grazie!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>